La nostra Storia

Storia della Società


1920 – Treno di laminazione

A Piombino, area legata all’antica lavorazione del ferro, l’Azienda nasce nel 1891 con la ragione sociale di Società in Accomandita Semplice “ Spranger e Ramsay & C.”, denominata La Magona d’Italia. La produzione è rivolta alla fabbricazione di lamiere e bande stagnate; lo stabilimento di Piombino sarà il primo e unico impianto italiano a produrre “ latta” fino alla metà del 1894.

Nel marzo 1900 viene trasformata in Società Anonima con capitale iniziale di 3 milioni di lire. L’attività inizia con la sola produzione di acciaio e banda stagnata per immersione, utilizzando macchinari e know-how inglesi.
La società si espande rapidamente grazie agli altissimi utili derivanti da una posizione quasi monopolistica del mercato con l’installazione di un impianto di zincatura e piombatura, La Magona comincia a dedicarsi anche alla fabbricazione di lamiere zincate piane ed ondulate e mantiene una posizione di leadership fino all’inizio del secondo conflitto mondiale al cui termine deve provvedere con propri finanziamenti all’opera di ricostruzione.

Il 1954 segna una radicale modifica delle lavorazioni con l’abbandono della produzione di acciaio ed il contemporaneo sviluppo delle sole fabbricazioni a freddo, utilizzando come materia prima nastri di acciaio laminati a caldo.

Nel ’64 l’installazione della modernissima linea di zincatura ( processo Sendzimir) e nel ’65 quella di stagnatura elettrolitica in continuo, segnano l’inizio di una ridefinizione in termine economici e produttivi dell’Azienda.

Negli anni ’70 un evento di grande rilievo è la nuova linea di verniciatura in continuo affiancata da una seconda di zincatura.

Negli anni ’80 vengono installati una seconda linea di verniciatura e una linea di ricottura continua.

Negli anni ’90 Magona converte l’impianto di ricottura in zincatura a caldo, rende continue le operazioni di laminazione, dismette la stagnatura ed installa un quarto impianto di zincatura.
Sul fronte dell’organizzazione distributiva nascono le società controllate e consociate Relp acciai, Csar, Soflap, Smepp, Sis, Car e Magona International.

Nel ‘ 98 La Magona d’Italia entra a far parte del gruppo francese Usinor leader europeo dell’acciaio.

Nel 2002 Usinor, Arbed e Aceralia si fondono per dar vita al nuovo gruppo ARCELOR facendo si che La Magona appartenga ad un colosso che si pone ai vertici mondiali nella produzione di acciaio.

Nel 2006 il Gruppo Arcelor entra, formalmente, a far parte del primo gruppo mondiale dell’acciaio: ArcelorMittal.

Il 1° luglio 2019 il Gruppo ArcelorMittal vende ArcelorMittal Piombino ed altri stabilimenti europei al gruppo inglese Liberty Steel. ArcelorMittal Piombino cambia il nome in Liberty Magona.